Massaggio Sportivo

Postato in trattamenti

Massaggio Sportivo
Sportivo defaticante
Lo scopo è quello di rilassare e disintossicare i muscoli per eliminare fatica, contratture e crampi. Prima di procedere con il massaggio aspettate il tempo necessario perché le funzioni fisiologiche ritornino alla normalità  
• dopo una doccia tiepida, eseguite manovre lunghe e lente ed evitate di sottoporre l’organismo a un ulteriore affaticamento; 
• realizzate impastamenti dolci e drenate per favorire la circolazione; 
• fate in modo che l’atleta si rilassi e che scarichi le tensioni residue: al termine dovrà sentirsi rigenerato e non spossato;  
• tenete conto dei fatto che un impegno agonistico prolungato richiede un massaggio di maggiore durata ma con manovre più dolci.  
 
Sportivo riscaldante
Prima di affrontare una competizione sportiva è fondamentale un’efficace preparazione dei muscoli, con un occhio alla condizione psico-fisica dell’atleta e l’altro alle condizioni climatiche del momento.  
• Se fa freddo proteggete i muscoli più interessati dalla prestazione atletica con tute, maglie e tubolari;  
• prima del riscaldamento, eseguite un breve massaggio praticando frizioni anche con oli o unguenti ad azione riscaldante (per esempio, olio canforato). Il trattamento deve essere breve ed energico: eseguite le frizioni con l’atleta seduto per terra o su una panchina, le gambe piegate e i piedi appoggiati a terra. Questa posizione va bene sia per il massaggio delle gambe sia per la schiena e le spalle; 
• prestate attenzione ai muscoli tesi e contratti: in questo caso le frizioni devono essere meno energiche e accompagnate da impastamenti ampi e leggeri;  
• se l’atleta è troppo teso, eseguite un breve massaggio della volta piantare o frizionate dolcemente la zona lombare e le spalle; non esagerate per non far cadere del tutto la tensione pre-agonistica; 
• se l’atleta è affetto da tendinite, stiramento o contrattura muscolare, eseguite un bendaggio con benda elastica mediamente stretta.